Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti Conservatori della Provincia di Como
Ultime news
Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti Conservatori della Provincia di Como

PUBBLICATI I RISULTATI della terza edizione del Premio, unitamente al verbale della Giuria

Vincitore della categoria “Nuove Costruzioni” è risultato il progetto:
“Riqualificazione architettonica e urbanistica di Piazza Unità d’Italia, località Tirano (SO)”,
arch.i Daniele Vanotti e Marco Ghilotti (Ordine A.P.P.C. di Sondrio).

Vincitore della categoria “Ristrutturazioni” è risultato il progetto:
“Ristrutturazione e recupero sottotetto edificio in via Zenale 3, Milano”, arch. Filippo Taidelli
(Ordine A.P.P.C. di Milano).

Vincitori ex aequo della categoria “Interni” sono risultati i progetti:
− “Social Noise a Milano”, arch.i Alberto Pottenghi, Mariana Fernandes Sendas, Mattia
Alfieri, Martina Baratta (Ordine A.P.P.C. di Mantova);
− “Biblioteca dell’arte”, MAXXI, Roma, Ghigos Ideas (Ordine A.P.P.C. di Monza e
Brianza).

Vincitore della categoria “Spazi Pubblici e Paesaggio” è risultato il progetto:
“Riqualificazione di Piazza Garibaldi, Zogno (BG)”, arch. Marianna Paola Vanoni (Ordine A.P.P.C. di Bergamo).


Sono stati segnalati per la menzione dalla Giuria Esaminatrice Regionale i seguenti progetti:

Categoria “Nuove Costruzioni”:
− “Casa unifamiliare a Cocquio Trevisago” arch. Giovanna Parola, (Ordine A.P.P.C. di
Varese)
− “Casa del custode a Caglio” arch.i Carlotta Torricelli, Sara Riboldi, Federica Granata
(Ordine A.P.P.C. di Milano)

Categoria “Ristrutturazioni”
− “La scala dei chiostri al Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano” arch. Luca
Cipelletti (Ordine A.P.P.C. di Milano);
− “Addizione del volume sagrestia, realizzazione dell’ancona e ricomposizione degli spazi
interni dell’Oratorio della Confraternita delle Quarant’ore” arch.i Filippo Mantovani e
Elena Bellini (Ordine A.P.P.C. di Mantova).

 

Verbale Giuria

 

_________________________________________________________________________________________________

Al via la terza edizione del Premio “Rassegna Lombarda di Architettura Under 40. Nuove proposte di Architettura” dedicata alla valorizzazione dei giovani progettisti lombardi.
Il premio, che selezionerà opere realizzate da architetti nati dopo il 31.12.1970, si suddivide in 4 categorie:

  • Nuove costruzioni
  • Ristrutturazioni
  • Interni
  • Spazi pubblici e paesaggio

Il Premio si svolge in forma palese ed è articolato in due fasi: la prima prevede una preselezione a livello provinciale e la seconda una selezione definitiva a livello regionale.

ENTE BANDITORE
CONSULTA REGIONALE LOMBARDA DEGLI ORDINI DEGLIARCHITETTI PIANIFICATORI PAESAGGISTI E CONSERVATORI
via Solferino 19 – 20121 Milano
tel. 0229002174 – fax 0263618903
e-mail: under40@consulta-al.it
sito web: www.consultalombardia.archiworld.it

 

BANDO

1. OBIETTIVO DEL PREMIO DI ARCHITETTURA
Il Consiglio Direttivo della Consulta bandisce la terza edizione del Premio “Rassegna Lombarda di Architettura Under 40. Nuove proposte di Architettura” dedicata alla valorizzazione dei giovani talenti orientati alla progettazione. Il Premio intende promuovere il lavoro dei giovani progettisti lombardi che si distinguano per la qualità generale della proposta architettonica e per la ricerca di integrazione tra il progetto, i suoi contenuti innovativi e il dialogo con il territorio.

2. OGGETTO DEL PREMIO DI ARCHITETTURA
Verranno selezionate solo opere di architettura realizzate ad esclusione di progetti di design e di pianificazione urbanistica.
Sono previste quattro categorie del premio “NUOVE COSTRUZIONI”, “RISTRUTTURAZIONI”, “INTERNI” e “SPAZI PUBBLICI E PAESAGGIO”.
Il Premio, che si svolgerà in forma palese, è articolato in due fasi: la prima prevede una preselezione a livello provinciale e la seconda una selezione definitiva a livello regionale.
Fra le opere selezionate ne verrà scelta una per categoria meritevole di menzione oltre ad altre segnalate dalla giuria.

3. PARTECIPAZIONE
La partecipazione è gratuita ed aperta a tutti gli Architetti, iscritti agli Ordini Lombardi e nati dopo il 31/12/1970.
È indispensabile che almeno uno dei partecipanti sia iscritto ad un Ordine degli Architetti della Regione Lombardia e che tutti, il progettista o il gruppo dei progettisti autori del progetto e i collaboratori, siano nati dopo tale data.

4. INCOMPATIBILITÀ
Non possono partecipare i Componenti delle Giurie, i loro collaboratori, parenti e affini fino al terzo grado compreso, e coloro i quali abbiano, o abbiano avuto con loro, rapporti di lavoro di qualsiasi natura dal 1° gennaio 2010.

5. COMPOSIZIONE E LAVORI DELLE GIURIE
Le Giurie sono nominate rispettivamente dai Consigli degli Ordini e dal Consiglio Direttivo della Consulta e saranno composte da almeno tre membri.
Le riunioni sono valide con la presenza della maggioranza dei membri.
Le decisioni delle Giurie saranno prese a maggioranza dei voti.
I lavori delle Giurie si svolgeranno alla presenza di un segretario senza diritto di voto.
I nominativi dei membri delle Giurie Provinciali sono pubblicati sul sito della Consulta:
www.consultalombardia.archiworld.it e sui siti degli Ordini provinciali.

La Giuria Regionale è composta da: Manuel Aires Mateus, Emilio Caravatti, Luca Molinari, Paola Pierotti, Umberto Riva.
I nominativi degli autori dei progetti menzionati e selezionati saranno comunicati dalla Segreteria organizzativa del Premio, direttamente agli interessati, tramite e-mail e pubblicati sul sito.

6. ISCRIZIONE
La consegna degli elaborati vale come iscrizione e gli stessi dovranno pervenire,
 indipendentemente dal mezzo di consegna utilizzato, alla Segreteria del proprio Ordine, entro le ore 18.00 del 15 giugno 2011.
Il Premio si svolgerà in forma palese.

7. ELABORATI
Ogni progetto dovrà essere presentato in un unico plico contenente:

• n. 1 tavola, in formato UNI A1 con il lato più lungo in verticale, montato su supporto rigido leggero (tipo forex) contenente disegni e/o foto illustrative del progetto e quant’altro ritenuto necessario alla migliore esposizione dell’opera presentata;

• breve relazione descrittiva del progetto (2.000 battute spazi compresi);

• biografia del gruppo o dei singoli componenti (1.000 battute spazi compresi);

• una fotografia in formato digitale del gruppo o del singolo partecipante.

Tutto il materiale di cui sopra andrà consegnato anche in formato digitale (.doc per i testi e .jpg o .tif per gli elaborati grafici). Ogni partecipante, dovrà inserire in un CD la tavola e le singole immagini che la compongono e un file contenente le didascalie, al fine di facilitare le operazioni di impaginazione del catalogo da parte dell’editore. Dovrà, inoltre, definire una numerazione con riferimento ai file delle immagini e dei progetti per un più facile abbinamento degli stessi.Le immagini e i progetti finalizzati alla pubblicazione dovranno essere scansiti in formato RGB e salvati in .tif quadricromia con risoluzione minima di 300 dpi (300 pixel per pollice) e con base minima di 20 cm.L’editore si riserva, nell’impaginazione di ogni progetto, di eliminare immagini ritenute non idonee alla pubblicazione e di richiedere integrazioni al materiale ricevuto.

8. DOCUMENTI AMMINISTRATIVI
Ogni progetto dovrà essere accompagnato dall’allegato “A” debitamente compilato, disponibile sul sitowww.consultalombardia.archiworld.it, che riporterà i dati anagrafici di tutti partecipanti e, nel caso di partecipazione di più progettisti per singolo progetto, l’indicazione di un referente, per le eventuali comunicazioni con la segreteria organizzativa del Premio.Una parte dell’allegato “A” contiene una dichiarazione scritta firmata da tutti i componenti, attestante ruoli e compiti di ogni componente del gruppo di progettazione, siano essi autori, coautori, collaboratori o altro, sollevando da ogni responsabilità connessa gli organizzatori del Premio.
È richiesta l’autorizzazione al trattamento dei dati da parte di ogni partecipante.
Le comunicazioni tra partecipanti e coordinatori avverranno unicamente per posta elettronica.Nel caso di cambio di indirizzo e-mail, il nuovo indirizzo andrà tempestivamente comunicato alla segreteria organizzativa.

9. UTILIZZAZIONE DEGLI ELABORATI
Tutte le opere ammesse al Premio potranno essere esposte in una mostra, curata dai singoli Ordini provinciali o dalla Consulta.
Gli elaborati non saranno restituiti.

10. RICONOSCIMENTI
La pubblicazione nel catalogo e la partecipazione alla eventuale mostra costituiscono il riconoscimento finale della rassegna.
All’interno della pubblicazione troverà spazio l’elenco di tutti i partecipanti, una rassegna sintetica con un’immagine dei progetti segnalati dalle Giurie provinciali e la documentazione dei progetti ai quali la Giuria regionale avrà attribuito segnalazione.
Ampio spazio sarà dedicato ai 4 progetti menzionati (1 per categoria) che saranno pubblicati anche sul sito internet e sulla Rivista “AL” della Consulta.
Ai quattro progetti menzionati sarà offerto anche un servizio fotografico, realizzato da un professionista scelto dalla Consulta.
La Consulta si riserva il diritto di utilizzare le immagini delle opere concorrenti senza remunerare gli autori.

11. INFORMAZIONI
Eventuali quesiti, accompagnati da nome, cognome, Ordine di appartenenza e numero di iscrizione, potranno essere inviati alla Segreteria organizzativa entro e non oltre il 15 maggio 2011 al seguente indirizzo e-mail:under40@consulta-al.it

Ai sensi del D.Lgs. 196/2003 Titolare del trattamento per i dati personali è la Consulta Regionale Lombarda degli Ordini degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori che individua come Responsabili dei trattamenti affidati all’esterno gli Ordini Provinciali associati limitatamente alla fase di raccolta e trasmissione.
I dati saranno utilizzati unicamente per le finalità inerenti al Bando e a queste accessorie, quali la pubblicazione (nel catalogo, sul sito internet e nel bimestrale “AL”) e la menzione in occasione dell’eventuale mostra. Come richiesto dall’Art. 13 del menzionato Decreto, in ogni momento è possibile richiedere di modificare o cancellare i dati conferiti, fermo restando il fatto che la richiesta di cancellazione nel periodo di validità del Bando ne impedisce la partecipazione allo stesso e la fruizione degli eventuali vantaggi ad esso connessi.

CALENDARIO
• 12 aprile: pubblicazione del bando;
• 15 giugno: termine consegna elaborati;
• 30 giugno: selezione provinciale;
• 20 settembre: selezione regionale;
• febbraio/marzo 2012: uscita del catalogo.

DELEGATI COMITATO SCIENTIFICO
Bergamo: Francesco Forcella, Matteo Rota; Brescia: Stefania Buila, Eliana Terzoni; Como: Marco Francesco Silva; Cremona: Davide Cremonesi; Lecco: Patrik Spreafico; Lodi: Guido Siviero; Mantova: Gianni Girelli, Pietro Triolo; Milano: Valeria Bottelli, Paolo Mazzoleni; Monza e Brianza: Patrizio Banfi; Pavia: Patrizia Cucco; Sondrio: Claudio Botacchi; Varese: Carla Giulia Moretti.

Responsabile e coordinatore: arch. Daniela Volpi.

Bando in versione stampabile

Allegato A

Composizione Giurie Provinciali

 

ELENCO FAQ - Frequently Asked Questions

D1 E’ necessario che tutti i partecipanti siano under 40?
R1 Tutti i partecipanti alla rassegna devono rispettare le condizioni previste dall’art. 3 ed essere
pertanto nati dopo il 31.12.1970. Possono non rispettare tale requisito eventuali progettisti delle
strutture, degli impianti, della sicurezza e similari e comunque, non coinvolti a qualsiasi titolo nel
progetto architettonico.

D2 E’ possibile partecipare con progetti presentati in altri concorsi?
R2 Sì, ad esclusione dei progetti presentati nelle precedenti edizioni della rassegna under 40 promossa
dalla Consulta Regionale Lombarda degli Ordini degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e
Conservatori.

D3 E’ possibile partecipare con più progetti?
R3 No, è vietato partecipare con più progetti sia in forma singola sia in raggruppamento.

D4 Le opere possono essere realizzate in ambito europeo o internazionale o fuori regione?
R4 E’ possibile partecipare con realizzazioni in ogni ambito geografico.
Per quanto riguarda il servizio fotografico offerto dall’Organizzazione del Premio, alle opere Vincitrici,
lo stesso verrà realizzato esclusivamente per le opere realizzate in ambito nazionale.

D5 Qual è il limite per definire un’Architettura “REALIZZATA”?
R5 L’architettura è ritenuta realizzata quando è completa in tutte le sue parti e fotografabile.

D6 E’ possibile presentare ed in caso affermativo, per quale categoria di opere, la
realizzazione di una struttura temporanea (stand fieristico)?
R6 Si, gli allestimenti possono rientrare nella categoria interni.

D7 Poichè è richiesto un referente per ogni progetto, basta indicare “capogruppo” come
ruolo all’interno del gruppo nell’allegato A?
R7 Nell’allegato A è obbligatorio indicare un referente per le comunicazioni tra banditore e gruppo e
identificare il ruolo di ogni partecipante al progetto presentato.

D8 In caso di studio associato come bisogna comportarsi? Si elencano comunque tutti i
componenti dello studio e/o di chi ha partecipato al progetto?
R8 Nell’allegato A andranno riportati i dati di tutti i soggetti coinvolti nel progetto.

D9 Nel caso in cui i componenti siano più di quattro (numero massimo previsto dall’allegato
A) come bisogna comportarsi?
R9 Non è previsto numero massimo di partecipanti per singolo progetto, utilizzare più di un allegato A.

D10 È possibile che vengano presentati più progetti in cui si compare con qualifiche
differenti? Per esempio io vorrei partecipare con un progetto realizzato da me prima di
entrare a fare parte di uno studio associato e il mio studio vorrebbe partecipare con un
progetto realizzato successivamente, a nome di tutto lo studio.
R10 È vietato partecipare con più progetti sia in forma singola sia in raggruppamento.

D11 Siamo un gruppo di 3 persone: una Architetto iscritta all’Ordine, una Architetto laureata
ma non iscritta e una designer ADI. Possiamo partecipare come gruppo al concorso
under 40?
R11 È necessario che almeno un componente del gruppo sia iscritto ad un Ordine lombardo, i ruoli
all’interno del gruppo verranno definiti autocertificando l’allegato A.

D12 Per un progetto di dimensioni e complessità considerevoli, è possibile inviare, almeno in
formato digitale, più materiale rispetto a quello presentato nella tavola stampata?
R12 No. La giuria visionerà esclusivamente le tavole in A1.

D13 La relazione, il curriculum e le foto vanno riportate anche sulla tavola?
R13 Si , relazione descrittiva, biografia e fotografia vanno riportate anche sulla tavola in A1.

D14 Essendo il gruppo composto da architetti iscritti ad Ordini diversi, in quale Ordine
bisogna presentare le tavole per iscriversi al premio?
R14 È obbligatorio iscriversi al Premio nell’Ordine provinciale di appartenenza del referente, non è
possibile presentarsi in più Ordini provinciali neanche con progetti diversi. È vietato partecipare con
più progetti sia in forma singola che in raggruppamento.

D15 La domanda riguarda la categoria in cui iscrivere il lavoro; trattasi di una
ristrutturazione di un appartamento che ha interessato solo gli interni e solo in minima
parte gli esterni. In quale categoria dovrei quindi iscrivere il mio progetto?
R15 Nella categoria progetto d’interni.

D16 Possono concorrere progetti di urbanistica e riqualificazione urbana a grande scala,
realizzati nell’ambito di ricerche universitarie?
R16 Se si tratta di ricerche universitarie sta ad indicare che non sono progetti realizzati, quindi si
escludono automaticamente, nel caso in cui si tratti di lavori che abbiano avuto un seguito e
rispondano ai requisiti già enunciati sulle architetture realizzate, si può far rientrare queste
tipologie di progetti nella categoria spazi pubblici.

D17 Nella tavola A1 cosa può essere scritto?
R17 Il partecipante può esprimere ciò che desidera (seguendo le indicazioni dell’art. 7 del bando) per
esplicitare il suo progetto.

D18 Il paragrafo 7 del bando cita: “Le immagini e i progetti finalizzati alla pubblicazione
dovranno essere scansiti in formato RGB e salvati in .tif quadricromia con risoluzione
minima di 300dpi e con base minima di 20cm.” cosa intendete dire? quali immagini? se
sono già immaigni digitali, perchè scansirle?
R18 Riguarda esclusivamente l’eventualità di utilizzo di immagini stampate su forex, non provenienti da
macchine fotografiche digitali (esempio: vecchio metodo di applicare foto direttamente sulla tavola e
poi scansionare il tutto per la stampa finale), nel caso ad oggi comune che le foto o le immagini
siano già in digitale rispettare l’estensione del file, la dimensione di base e i pixel.

D19 Nella dichiarazione dei partecipanti per la pubblicazione, è possibile inserire nel modulo i
collaboratori anche se non iscritti ad albi professionali?
R19 È possibile, ma occorre far attenzione che ogni partecipante al progetto deve essere under 40.

D20 A illustrazione del progetto intendiamo presentare immagini realizzate da un fotografo
professionista. Considerato che l’allegato A si riferisce solo ai progettisti, come e dove
indicare i dati del fotografo? La questione può essere secondaria ai fini dei lavori della
giuria, ma chiaramente non lo è in vista di una eventuale pubblicazione.
R2O Il fotografo non deve essere elencato tra i partecipanti al progetto.
In caso di pubblicazione sarà sufficiente ottenere l’autorizzazione del fotografo.
In caso di il progetto vincesse il concorso l’edificio verrà fotografato da altro professionista.

D21 Sono a conoscenza di un altro concorso per giovani architetti under 40 con scadenza
20/06/11 a cui vorrei partecipare con lo stesso progetto.
E’ ammessa da voi la partecipazione di un progetto che concorre anche per un altro
concorso?
R21 Sì, perchè la partecipazione non è anonima.
Se l’altro concorso fosse in forma anonima forse ci potrebbero essere problemi, ma trattandosi di
opere realizzate probabilmente anche l’altro sarà in forma palese.

ELENCO FAQ versione stampabile

Ordine architetti di como